lunedì 29 febbraio 2016

SGOMBERI FORZOSI E MANGANELLATE AI PROFUGHI SIRIANI CHE MUOIONO DI FAME (di Silvestro Montanaro)

SGOMBERI FORZOSI E MANGANELLATE AI PROFUGHI SIRIANI CHE MUOIONO DI FAMEMigliaia di siriani, soprattutto bambini e...

Pubblicato da Silvestro Montanaro su Lunedì 29 febbraio 2016

APPELLO DI NAWAL PER I PROFUGHI SIRIANI DI RAQQA

URGENTE:VERGOGNOSO:ORRIBILE:ASSURDO(Chi ha un po' di tempo faccia per favore la traduzione dell'intero video) Oggi mi...

Pubblicato da Nawal Sos su Lunedì 29 febbraio 2016

Francia - A Calais i migranti pregati con la forza di accamparsi altrove dopo la distruzione della “Jungle" | Global Project

Francia - A Calais i migranti pregati con la forza di accamparsi altrove dopo la distruzione della “Jungle" | Global Project

Chi ha vinto le elezioni in Iran - Limes

Chi ha vinto le elezioni in Iran - Limes

domenica 28 febbraio 2016

Quando il fascismo italianizzava i cognomi sloveni, croati e tedeschi - Una triestina a Roma - Blog - Finegil

Quando il fascismo italianizzava i cognomi sloveni, croati e tedeschi - Una triestina a Roma - Blog - Finegil

VERITA' PER GIULIO REGENI

"Verità per Giulio Regeni", sit-in davanti all'ambasciata d'Egitto Manifestazione a Roma a trenta giorni dalla scomparsa...

Pubblicato da Doriana Goracci su Sabato 27 febbraio 2016

BOMBE ITALIANE ALL'ARABIA SAUDITA: BOMBARDIAMO RENZI DI MAIL

" BOMBARDIAMO " DI MAIL RENZI. QUESTO SCHIFO DEVE FINIRE!Aziende italiane producono bombe utilizzate dall'Arabia...

Pubblicato da Silvestro Montanaro su Domenica 28 febbraio 2016

Amazzonia peruviana: perdite di petrolio devastano le comunità indigene - Survival International

Amazzonia peruviana: perdite di petrolio devastano le comunità indigene - Survival International

Raffaele Cantone, no Tav onorario a Firenze - Eddyburg.it

Raffaele Cantone, no Tav onorario a Firenze - Eddyburg.it

Diossina a Taranto: dati sconvolgenti da allarme "sterminio" - micromega-online - micromega

Diossina a Taranto: dati sconvolgenti da allarme "sterminio" - micromega-online - micromega

Rapporto 2015-2016 | amnesty :: Rapporto annuale

Rapporto 2015-2016 | amnesty :: Rapporto annuale

Tanta repressione e poco consenso: Benvenuti nell’Egitto di al-Sisi | Reset

Tanta repressione e poco consenso: Benvenuti nell’Egitto di al-Sisi | Reset

Palestina - Eternamente profughi

Palestina - Eternamente profughi

VERSO UNA NUOVA GUERRA DI LIBIA - Il mondo questa settimana - VERLimes

vedi qui: Il mondo questa settimana - Limes

Il leghista smemorato di Collegno - Vorrei

Il leghista smemorato di Collegno - Vorrei | Rivista non profit di cultura, ambiente e politica

sabato 27 febbraio 2016

Annegati oltre 340 bambini come Aylan in 5 mesi nel Cimitero Mediterraneo - Famiglia Cristiana

Annegati oltre 340 bambini come Aylan in 5 mesi nel Cimitero Mediterraneo - Famiglia Cristiana

Naomi Klein: Enough. It's time for a boycott of Israel | Opinion | The Guardian

Naomi Klein: Enough. It's time for a boycott of Israel | Opinion | The Guardian

Prodi: «Combattere le disuguaglianze»   | Economia | www.avvenire.it

Prodi: «Combattere le disuguaglianze»   | Economia | www.avvenire.it

VERITA' PER GIULIO REGENI

La sorella Irene, ce lo chiede: "Appendete striscioni, condividete le foto, per mio fratello, per Giulio Regeni, per il mondo intero" Vi prego di condividere...<3 Grazie

Pubblicato da Doriana Goracci su Venerdì 26 febbraio 2016

giovedì 25 febbraio 2016

Le slide che Renzi non vi farà vedere - Eddyburg.it

Le slide che Renzi non vi farà vedere - Eddyburg.it

Il prezzo delle unioni civili

Il prezzo delle unioni civili

APPELLO DI NAWAL PER I RIFUGIATI


A tutte le organizzazioni internazionali/giornalisti/attivisti/parlamentari.

 * I MIGRANTI NON HANNO PIU' BISOGNO DI MANGIARE.
* I MIGRANTI HANNO SETE DI DIRITTI UMANI.
* CHIAMATE I VALICHI DI FRONTIERA; FATE SAPERE CHE QUESTA GENTE VI APPARTIENE.
* OGNUNO DI NOI PUO' FARE CHIAMATE DAL SUO TELEFONO; PUO' ALMENO FAR SAPERE CHE QUESTE PERSONE NON SONO SOLE.
* I MIGRANTI DEVONO ESSERE ACCOMPAGNATI E SCORTATI DA PARLAMENTARI
* I GIORNALISTI NON POSSONO FILMARE SOLO TRA UNA FRONTIERA E L'ALTRA CIOE' NEI PUNTI DOVE LA POLIZIA "GIOCA" CON I BAMBINI E DOVE LA DISTRIBUZIONE DEL CIBO E' ACCOMPAGNATA DA SORRISI DI PIETA'.
* I MIGRANTI VENGONO PESTATI DENTRO I POSTI DI POLIZIA.
* ALCUNI INTERPRETI E MEDIATORI CULTURALI PRENDONO IL RUOLO DELL'ISPETTORE E DIMENTICANO COSA E' LA LORO MISSIONE.

Referendum Trivelle: si vota "Sì" il 17 aprile (per dire "No" alle trivellazioni petrolifere) - AgoraVox Italia

Referendum Trivelle: si vota "Sì" il 17 aprile (per dire "No" alle trivellazioni petrolifere) - AgoraVox Italia

#governorenzalfanocontronatura


Dopo petaloso proporei l' hashtag di cui sopra

Afghan Refugees Stranded in Greece

(8) AJ+ - Afghan Refugees Stranded in Greece

Nawal Sos - Gravissime violazioni dei diritti umani nella rotta dei Balcani.

URGENTE

Gravissime violazioni dei diritti umani nella rotta dei Balcani.

In questi ultimi 7 giorni ho ricevuto piu' di 100 richieste di aiuto.
I casi piu' importanti:
1_ In Macedonia viene fermato un treno diretto verso la Serbia e dopo molti svenimenti i migranti mi fanno la richiesta di chiamare il valico di frontiera e fare qualcosa.
Dopo circa tre ore i migranti vengono riportati in territorio Greco.
2_ Circa 700 persone raggiungono l'Austria e qui cominciano i pestaggi della polizia che impedisce a circa 200 persone di continuare il viaggio e prende la decisione di respingere queste persone verso il territorio Sloveno.
Qui le persone firmano 2 fogli in Sloveno senza alcuna traduzione e in queste ore sono nei pullman della polizia e stanno andando verso un centro di "accoglienza" o detenzione nella capitale.
Importante: m hanno mandato i fogli e stiamo cercando di tradurre il contenuto insieme ad un amica ( Emoticon smile nei fogli c'e' il numero di telefono del posto di polizia e quindi faremo un po di chiamate)
3_ In Serbia una famiglia Siriana e' stata bloccata e non potuto continuare il viaggio perche' secondo le autorita' locali "AL GHOUTA" e' una parte della Siria dove non c'e' alcun pericolo di perdere la vita.... ASSURDOOO!
4_USO DELLA FORZA per richiedere le impronte in SLOVENIA e rifiuto dei migranti e per paura di non poter piu' avere il diritto di asilo in un altro paese.

mercoledì 24 febbraio 2016

Moschee, bocciata la legge su regole più severe in Lombardia - Corriere.it

Moschee, bocciata la legge su regole più severe in Lombardia - Corriere.it

Giulio Regeni: vogliamo la verità sulla tremenda morte di un ragazzo italiano di 28 anni

Giulio Regeni: vogliamo la verità sulla tremenda morte di un ragazzo italiano di 28 anni

"Verità per Giulio Regeni": la campagna di Amnesty International Italia

"Verità per Giulio Regeni": la campagna di Amnesty International Italia

Sono arrivate le Reactions su Facebook - Wired

Sono arrivate le Reactions su Facebook - Wired

Amnesty International denuncia: "in Italia i torturatori dormono tranquilli" | Le Notizie di Ristretti

Amnesty International denuncia: "in Italia i torturatori dormono tranquilli" | Le Notizie di Ristretti

Save the Children: Frontiera greco-macedone chiusa per afgani, violato diritto internazionale (23/02/2016) - Vita.it

Save the Children: Frontiera greco-macedone chiusa per afgani, violato diritto internazionale (23/02/2016) - Vita.it

Il Nobel per gli eroi del mare – #RassegnaStampa – VolontariatOggi.info

Il Nobel per gli eroi del mare – #RassegnaStampa – VolontariatOggi.info

Diritti Umani - Human Rights: Rapporto Amnesty: Il 2015 anno nero per violazioni diffuse dei diritti umani nella generale indifferenza

Diritti Umani - Human Rights: Rapporto Amnesty: Il 2015 anno nero per violazioni diffuse dei diritti umani nella generale indifferenza

Tutti, il 25 febbraio, a chiedere verità per Giulio | Gruppo Abele

Tutti, il 25 febbraio, a chiedere verità per Giulio | Gruppo Abele

martedì 23 febbraio 2016

Da Sigonella droni armati contro l’Isis, ma i Siciliani non devono sapere… | I Nuovi Vespri

Da Sigonella droni armati contro l’Isis, ma i Siciliani non devono sapere… | I Nuovi Vespri

A ROMA TERREMOTATA AGGIUNGERE LE MACERIE DI BERTOLASO?

Il titolo sopra è mio. Paolo

Vi dirò: sono contento che Berlusconi abbia deciso di candidare Bertolaso a sindaco di Roma. Sono contento perché, dopo...

Pubblicato da Nello Avellani su Lunedì 22 febbraio 2016

Ferma il TTIP! // Greenpeace

Ferma il TTIP! // Greenpeace

domenica 21 febbraio 2016

Diritti Umani - Human Rights: Nunzio Damasco, strage innocenti nella guerra in Siria, morti 10mila bambini tra le 300mila vittime

Diritti Umani - Human Rights: Nunzio Damasco, strage innocenti nella guerra in Siria, morti 10mila bambini tra le 300mila vittime

Un mare di "sentinelli in piedi" a Milano!

Che piazza, PIAZZA DUOMO a Milano...a migliaia l' hanno riempita mettendosi d'accordo in 3 giorni per un enorme flash...

Pubblicato da Doriana Goracci su Domenica 21 febbraio 2016

Nelle miniere di cobalto in R.D. Congo 40mila bambini sfruttati, ne sono morti 80

Diritti Umani - Human Rights: Nelle miniere di cobalto in R.D. Congo 40mila bambini sfruttati, ne sono morti 80

MORTO FERNANDO CARDENAL, GESUITA E SANDINISTA

E' morto a Managua Fernando Cardenal, gesuita, che fece la scelta di aderire alla Rivoluzione Sandinista che aveva...

Pubblicato da Alfredo Luis Somoza su Domenica 21 febbraio 2016

sabato 20 febbraio 2016

Noam Chomsky: "La democrazia in Italia è morta con Monti"

Noam Chomsky: "La democrazia in Italia è morta con Monti"

Homs non esiste più, dalla Siria il video shock con il drone

Homs non esiste più, dalla Siria il video shock con il drone: "Scenario apocalittico"

La storia del gatto irakeno Kunkush-Dias e della sua famiglia di rifugiati - AgoraVox Italia

La storia del gatto irakeno Kunkush-Dias e della sua famiglia di rifugiati - AgoraVox Italia

ERITREA: L'ORRORE QUOTIDIANO DI CUI NON SI PARLA

Facebook: da Annalisa D'Orazio
29 minuti fa ·



Il regime in Eritrea costringe migliaia di giovani a una disperata fuga (un quarto dei 6 milioni di eritrei vive all’estero) dal servizio militare a vita. Non esita a vendere la pelle dei suoi stessi cittadini pur di sopravvivere.
"Un gruppo di 24 giovanissimi, tra cui 11 ragazze minorenni che ho sentito – ricorda Don Zerai – è stato rapito a Akurdet in Eritrea e venduto ai predoni del Sinai. Non sono gli unici». Impossibile che simili episodi avvengano senza l’assenso del governo.

Quanto al giro d’affari, don Zerai stima che oltre 100mila persone, nell’area di Sudan, Egitto e Libia, Eritrea, Etiopia e Somalia, siano state vittime del traffico; in particolare si calcola che siano scomparsi circa 4mila minori oltre a 3mila persone nel solo territorio del Sinai. Un quadro agghiacciante che getta una luce ancor più sinistra sul mercato di carne umana e organi che sta sconvolgendo il deserto egiziano.

Quando parlo di traffico mi riferisco a caporalato, mercato della prostituzione e traffico di organi.

Arrestato Lazzaro, l’imprenditore si tav simbolo dei tifosi della Torino Lione | notav.info

Arrestato Lazzaro, l’imprenditore si tav simbolo dei tifosi della Torino Lione | notav.info

SPARIAMO AI PROFUGHI (Silvestro Montanaro)

SPARIAMO AI PROFUGHI...
Il "nostro" amico Erdogan comincia a far sul serio. Gli abbiamo chiesto di arginare il flusso di profughi verso le nostre terre. Gli daremo miliardi. Ne ha chiesti il doppio, ma intanto comincia a fare il suo "dovere". Alla frontiera con la Siria i soldati turchi hanno sparato ai profughi che tentavano di entrare. Lo denuncia Amnesty International e descrive l'inferno. Ci sono state vittime. Un bambino colpito alla testa. E vittime ci sono ogni giorno, a quella maledetta frontiera che per tanti disperati significa salvezza. Gli ingressi sono bloccati e decine di migliaia di donne e bambini, in fuga dalle macerie di Aleppo e delle altre cittadine contese in questi giorni muoiono di fame e di freddo. e di ferite non curate. Teoricamente dovrebbe essere permesso l'ingresso in Turchia dei feriti più' gravi. Teoricamente…Nei fatti, porte chiuse. Una giovane donna ha perso la sua povera bambina colpita alla schiena da una scheggia di bomba. Suo marito agonizza. Forse in un ospedale turco si sarebbero salvati. In quelli siriani e' impossibile. Sono allo stremo. non hanno risorse e sono divenuti obiettivo dei bombardamenti. Crimini di guerra che nessuno giudicherà', cui nessuno sembra aver intenzione di metter fine.
L'Europa chiude velocemente le sue porte. E' incapace di reggere a questa grande crisi umanitaria. Gli egoismi prevalgono, si ergono nuove orribili mura.
In questo clima la disperazione dei siriani diventa merce di scambio. Erdogan vuole soldi per fermarli e vuole che l'Europa lo appoggi contro l'odiato Putin e l'odiato Assad. Intanto prepara l'intervento di terra giustificato dalla necessita' di creare una zona cuscinetto in Siria dove poter insediare immensi campi di rifugiati. In realtà' per dare un colpo ai curdi siriani e per strappare terra ad Assad che praticamente sta vincendo questa odiosa ed inutile guerra. Poco importa che un'operazione del genere possa portare ad un allargamento pericolosissimo del conflitto. La Russia non starebbe a guardare. Neanche l'Iran. ed in caso di conflitto tra Russia e Turchia, la Nato, noi, che faremmo? Inevitabilmente saremmo attratti da questo gorgo assassino...
Ci sono forze ed interessi potentissimi che vogliono uno scenario del genere. Al Consiglio di sicurezza dell'ONU discutono di questo, ma a noi nessuno racconta la verita'
Urge una soluzione politica, urge assolutamente la pace. Per il popolo siriano straziato da una guerra importata da altri. Per tutti noi seduti sul ciglio del burrone mentre si fanno a pezzi migliaia di angeli e si uccide la nostra dignità' .



foto di Silvestro Montanaro. 



OMAGGIO A ECO - FINNEGHISMI ED IRCOCERVI

Umberto Eco, riferendosi a Finnegans Wake (La veglia di Wake) (1939) di James Joyce, li ribattezza (ndr: i giochi di parole di cui sopra) "finneghismi":
Arfabeto, Sistema di scrittura per cani;
Colfinger, Agente segreto sotto le mentite spoglie di collaboratrice domestica;
Sentimmenthal, Canzone di Wanda Osiris per spot pubblicitario;
Vampirla, Discendente inetto del conte Dracula;
Oromogio, Swatch che suona solo le ore tristi;
Autograal, Posto di ristoro per Cavalieri della Tavola Rotonda;
Ermafrodato, Transessuale ingannato da chirurgo pasticcione;
Cornitologo, Etologo che studia l'adulterio tra uccelli;
Dentifreezer, Borsa termica per conservare le dentiere;
Istetrica, Levatrice in preda a crisi di nervi;
 Cannarino, Piccolo uccello dedito all'uso di droghe leggere.

Da Eco vengono le istruzioni anche per gli «ircocervi»: «Fondere insieme il nome di due personaggi noti in modo che al nuovo personaggio si assegni un'opera che ricordi alcune caratteristiche dei due personaggi originari. Il termine "ircocervo" designa un mostro mitologico, metà caprone (irco) e metà cervo». Qualche esempio basterà a chiarire la regola; Achille Bonito Olivolà (autore), Saclart (opera); Arthur Rambo, Uno stallone all'inferno; Danton Alighieri, Guelfi e Giacobini; Edgar Allan Fo, Racconti del mistero buffo; Guglielmo Marcuse, La radio a una sola rete; Ilona Stalin, Il culo della personalità; Jean-Luc Gondrand, Sino all'ultimo trasporto; Jerry Lewis Carroll, Alice nel paese dei picchiatelli; Marcel Prost, Alla ricerca del tempo migliore.

brani tratti da http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2010-11-07/cari-lettori-aspettiamo-vostra-155223.shtml

Le Monde: il viaggio di due giovani rifugiati siriani raccontato su WhatsApp

Le Monde: il viaggio di due giovani rifugiati siriani raccontato su WhatsApp - Associazione Carta di Roma

Incontro Stop TTIP Italia – Boldrini: le richieste e gli impegni | Sbilanciamoci! - La Campagna

Incontro Stop TTIP Italia – Boldrini: le richieste e gli impegni | Sbilanciamoci! - La Campagna

Cronache di ordinario razzismo - La cena dei 28: l’Europa è alla frutta?

Cronache di ordinario razzismo - La cena dei 28: l’Europa è alla frutta?

venerdì 19 febbraio 2016

Corruzione e spesa pubblica - Non sprecare

Corruzione e spesa pubblica - Non sprecare

La Destra riscrive la storia

La Destra riscrive la storia

Bruciato il Ghetto dei braccianti di Rignano Garganico: la testimonianza di Abdoul Kone - Fondazione Roberto Franceschi

Bruciato il Ghetto dei braccianti di Rignano Garganico: la testimonianza di Abdoul Kone - Fondazione Roberto Franceschi

Rifugiati. 340 i bambini morti in mare da settembre a oggi - Associazione Carta di Roma

Rifugiati. 340 i bambini morti in mare da settembre a oggi - Associazione Carta di Roma

Wiki-Libia, l’Europa progetta l’intervento

Wiki-Libia, l’Europa progetta l’intervento

Fuocoammare, la tragedia degli sbarchi convince Berlino (17/02/2016) - Vita.it

Fuocoammare, la tragedia degli sbarchi convince Berlino (17/02/2016) - Vita.it

giovedì 18 febbraio 2016

Zika semina il panico. Ma forse fa più danno il pesticida nell’acqua potabile – TERRA TERRA ONLINE | Cronache da un pianeta in bilico

Zika semina il panico. Ma forse fa più danno il pesticida nell’acqua potabile – TERRA TERRA ONLINE | Cronache da un pianeta in bilico

IN SIRIA MUORE LA DIGNITA' DEL MONDO (SILVESTRO MONTANARO)


IN SIRIA MUORE LA DIGNITA' DEL MONDO
" Un mondo che fa queste cose ai suoi bambini, che li uccide, li terrorizza e li storpia, e' un mondo che fa guerra al futuro e all'allegria. E' un mondo morto e senza anima". Me lo disse, triste e sconvolto,un giorno, tanti anni fa, George Amado, il grande scrittore brasiliano, commentando gli orrori che nei miei viaggi avevo raccolto sulla pelle dei bambini.
E' passato più' di un decennio da allora. George non c'è più. Ma la guerra ai bambini e' tuttora in corso, sempre più' crudele e feroce. Non so cosa direbbe oggi Amado di fronte alle terribili immagini che ci arrivano dalla Siria. Ogni maledettissimo giorno.
I bambini morti in questo inferno in terra sono decine di migliaia. Gli storpiati, ancor di più'. Milioni quelli che hanno perso ogni cosa e cui e' stato rubato il sorriso per sempre. Ai bambini siriani da cinque anni e' toccato ogni orrore. La paura, le ferite, il pianto, la perdita di persone care, la fame, l'osservare,attoniti, con quegli occhi appena aperti sul mondo, ogni barbarie, ogni distruzione, ogni violenza. Cinque anni tentando di sopravvivere, sempre in fuga. Sognando con gli occhi dei propri genitori paradisi che in questa terra non esistono. Perdendo la vita annegati nella ricerca di un'umana felicita' e salvezza. Dormendo in ogni dove, persino tra le traversine dei treni o sotto palazzi tremolanti di macerie.
In Siria un pugno di potenze mondiali e di farabutti senza scrupolo ha creato un varco verso l'inferno. L'alito che ne vien fuori e' maleodorante di odio e di morte.
E non vogliono smetterla.
Gli accordi di Monaco per una tregua non vengono rispettati. Non c'e' nessun serio tavolo di trattativa. Ai confini si schierano nuove armi e si prepara l'invasione ed un nuovo terribile bagno di sangue.
Gli ultimi attentati in Turchia spingono verso questo esito infame. Immediatamente il premier turco ha accusato i curdi di esserne gli autori. Senza prova alcuna e nonostante le smentite. Ankara ed i sauditi non vogliono la pace in Siria. Hanno scatenato questo massacro, con complicità' enormi in occidente, pensando di scalzare dal potere l'odiato Assad ed allo stato attuale hanno perso. L'intervento russo ha permesso la riconquista di zone vitali del paese da parte delle truppe di Assad. Inaccettabile per chi cercava un esito totalmente diverso. Tantomeno ha voglia di metter fine al macello lo stesso Assad che spera ancora di salvarsi. Tantomeno i russi che vogliono mantenere un ruolo di primo piano in questa area strategica del mondo.
Un mondo in cui si uccide l'innocenza ed il sorriso, in cui e' vietato ridere e giocare, in cui il canto si e' trasformato in pianto.

Azione urgente - Israele/OPT: detenuto palestinese, in sciopero della fame, è in pericolo di vita

Azione urgente - Israele/OPT: detenuto palestinese, in sciopero della fame, è in pericolo di vita

Parole vuote. Sull’Italia, l’Egitto, e la giustizia per Giulio – Omar Robert Hamilton

Da leggere!

La mia sintesi grossolana: Eni, Italcementi, Fiocchi...I traffici italiani in Egitto presuppongono il pugno di ferro di Al Sisi e l'impunità dei mandanti dell'assassinio e dei torturatori di Giulio Regeni. Le parole dei nostri ministri e premier sono balle. Paolo



Frammenti vocali in MO:Israele e Palestina: Parole vuote. Sull’Italia, l’Egitto, e la giustizia per Giulio – Omar Robert Hamilton

Sit-in in solidarietà con Mohammed Al-Qeeq all’Università di Birzeit |

Sit-in in solidarietà con Mohammed Al-Qeeq all’Università di Birzeit |

A Rosarno torna la violenza sistematica contro i migranti | Gad Lerner

A Rosarno torna la violenza sistematica contro i migranti | Gad Lerner

No Muos: attivista Turi Vaccaro condannato a 7 mesi - Osservatorio Repressione

No Muos: attivista Turi Vaccaro condannato a 7 mesi - Osservatorio Repressione

Ecco i segreti nascosti nell’armadio della vergogna - Eddyburg.it

Ecco i segreti nascosti nell’armadio della vergogna - Eddyburg.it

mercoledì 17 febbraio 2016

Predappio: no a iniziative celebrative del fascismo

Predappio: no a iniziative celebrative del fascismo

Anatomia di una grande opera - la vera storia della Brebemi

leggi qui: Anatomia di una grande opera | Edizioniambiente

Rignano, bruciato il ghetto dei migranti - A buon diritto| Associazione per le libertà

Rignano, bruciato il ghetto dei migranti - A buon diritto| Associazione per le libertà

Tempi di Fraternità - Fausto e Iaio. La speranza muore a 18 anni

Tempi di Fraternità - Fausto e Iaio. La speranza muore a 18 anni

D.Rizzi: "Incendio al Ghetto di Rignano: stabilire la verità" | Stato Quotidiano

D.Rizzi: "Incendio al Ghetto di Rignano: stabilire la verità" | Stato Quotidiano

PIOGGIA DI MORTE SUL POVERO YEMEN (di Silvestro Montanaro)


Le bombe a grappolo, tra le tante infami diavolerie messe a punto dall'industria delle armi, sono uno dei prodotti più' terribili. Sono ordigni che contengono tanti altri ordigni più piccole ed altrettanto micidiali. Si spargono su di un'area vastissima e distruggono, storpiano, uccidono. In più', per "malfunzionamento", disseminano il territorio colpito di promesse di morte. I piccoli ordigni inesplosi, ammazzeranno chiunque, contadino, bambino curioso, passante ignaro, li tocchi.
Più' trattati ne vietano l'uso nei conflitti. Trattati evasi ad ogni stormir di fronde senza che nessuno presenti il conto e faccia giustizia di chi adopera queste armi micidiali. E chi potrebbe farlo?
Esempi di bombe a grappolo utilizzate largamente sono le statunitensi BLU-97 e Mk-118 Rockeye, la britannica BL755 (arrivata alla serie IV), la GR66 francese, la PFM1 sovietica, la AO 2,5RT sovietica, la AO1SCh sempre sovietica o la nuova MZD-2 cinese diffusissima sui terreni del Libano del Sud e confine nord di Israele. Sono i " Grandi " del mondo a produrle ed i grandi del mondo non vanno mai sotto processo.
Attualmente si fa grande uso di questo schifo in uno dei paesi più' poveri del mondo, lo Yemen. Una guerra occultata dai media, un massacro che ha pochi termini di paragone. Una coalizione di paesi arabi, guidati dall'Arabia Saudita, sostenuta dagli Stati Uniti, bombarda le città' controllate dagli houti yemeniti. Gli houti sono parte importante di quel paese, in prima linea contro Al Quaeda e la corruzione dei governi finora sostenuti da sauditi e americani. Tanta parte ella popolazione e' con loro in un moto di speranza per un futuro differente. Il problema e' che gli houti sono sciiti, vicini all'Iran e lo Yemen povero di ogni risorsa e' pero' una base importantissima di controllo delle rotte petrolifere. Sauditi ed americani non vogliono possibili interferenze iraniane. Invece di cercare una soluzione politica, si fa guerra. Migliaia di mercenari pagati dai sauditi spargono il terrore. Bombardamenti ogni giorno con infinite stragi di civili, soprattutto bambini.
Solo alcune organizzazioni umanitarie denunciano questa strage quotidiana. Tra esse Medici senza Frontiere i cui ospedali sono stati spesso oggetto di bombardamenti. Solo pochi denunciano l'uso delle bombe a grappolo. Nessuno li ascolta. Sono l'affare dei Grandi del mondo e delle loro industrie delle armi. I sauditi pagano bene. Sono "nostri amici". I bambini yemeniti hanno niente da poter offrire.



MONZA. 1945-2016. Repubblichini assassini e, 61 anni dopo, neofascisti ufficialmente in convegno. | Osservatorio

MONZA. 1945-2016. Repubblichini assassini e, 61 anni dopo, neofascisti ufficialmente in convegno. | Osservatorio

India: Crackdown on freedom of expression must end - Amnesty International India

India: Crackdown on freedom of expression must end - Amnesty International India

A Palestinian Hunger Striker Is Dying in an Israeli Hospital - Opinion - Haaretz - Israeli News Source Haaretz.com



A Palestinian Hunger Striker Is Dying in an Israeli Hospital - Opinion - Haaretz - Israeli News Source Haaretz.com

Iranian Poet and Activist Hashem Shaabani Executed

read here:



Iranian Poet and Activist Hashem Shaabani Executed : Harriet Staff : Harriet the Blog : The Poetry Foundation

Scandalo Sanità: gli affari sporchi del leghista portano a Montecarlo e in Brasile | Nuova Brianza

Scandalo Sanità: gli affari sporchi del leghista portano a Montecarlo e in Brasile | Nuova Brianza

Scandalo tangenti: "Cittadini spinti a pagare per fare prima" - Monza Brianza - Il Giorno

Scandalo tangenti: "Cittadini spinti a pagare per fare prima" - Monza Brianza - Il Giorno

L’acqua pubblica sotto attacco – Possibile

L’acqua pubblica sotto attacco – Possibile

martedì 16 febbraio 2016

Nessuno tocchi Al Sisi. Fuffa e depistaggi sul caso Giulio Regeni

Nessuno tocchi Al Sisi. Fuffa e depistaggi sul caso Giulio Regeni

Chi è Roberto Mancini: storia del poliziotto della Terra dei Fuochi

Chi è Roberto Mancini: storia del poliziotto della Terra dei Fuochi

Maroni scarica l'amico Rizzi. “Sono incazzato"

Maroni scarica l'amico Rizzi. “Sono incazzato" ilPuntonotizie - Free Press del Nord Milano e della Brianza

[DallaRete] Sul coinvolgimento degli apparati di sicurezza egiziani nella morte di Giulio Regeni — MilanoInMovimento

[DallaRete] Sul coinvolgimento degli apparati di sicurezza egiziani nella morte di Giulio Regeni — MilanoInMovimento

Arrestato Rizzi, un altro colpo per Maroni (nuovo scandalo sanità Lombardia)


Rizzi, un altro colpo per Maroni - Linkiesta.it

Fortress Europe: Finale di partita. Perché tra Aleppo e Ginevra si gioca il futuro di Asad e della guerra in Siria.

Fortress Europe: Finale di partita. Perché tra Aleppo e Ginevra si gioca il futuro di Asad e della guerra in Siria.

REGIONE LOMBARDIA, scandalo sanità. In manette il plenipotenziario di Maroni

REGIONE LOMBARDIA, nuovo scandalo sulla sanità. In manette finisce Fabio Rizzi, 49 anni, ex senatore, plenipotenziario di Maroni, 16 FEBBRAIO 2016 « POLITICHE SOCIALI e SERVIZI


Brennero, l’Austria alza il muro. L'Europa nel caos (16/02/2016) - Vita.it

Brennero, l’Austria alza il muro. L'Europa nel caos (16/02/2016) - Vita.it

venerdì 12 febbraio 2016

In Etiopia esplode la rivolta per la terra | TERRA TERRA ONLINE | Cronache da un pianeta in bilico

In Etiopia esplode la rivolta per la terra | TERRA TERRA ONLINE | Cronache da un pianeta in bilico

Ustica, i generali mentono ancora – Gianni Barbacetto

Ustica, i generali mentono ancora – Gianni Barbacetto

TURCHIA. Demirtas: “A Cizre è stato commesso un genocidio”


TURCHIA. Demirtas: “A Cizre è stato commesso un genocidio”

Migliaia di minori non accompagnati richiedenti asilo deportati in zone di guerra ~ Minori Stranieri Non Accompagnati

Migliaia di minori non accompagnati richiedenti asilo deportati in zone di guerra ~ Minori Stranieri Non Accompagnati

Navi da guerra della Nato nell'Egeo "per fermare i trafficanti di profughi" (11/02/2016) - Vita.it

Navi da guerra della Nato nell'Egeo "per fermare i trafficanti di profughi" (11/02/2016) - Vita.it

mercoledì 10 febbraio 2016

AestOvest storia, memoria e attualità di una terra di confine

AestOvest storia, memoria e attualità di una terra di confine

Gli affari miliardari tra Egitto e Italia che fanno dimenticare i diritti umani - Marina Forti - Internazionale

Gli affari miliardari tra Egitto e Italia che fanno dimenticare i diritti umani - Marina Forti - Internazionale

Il detenuto-desaparecido Giulio Regeni poteva essere salvato - Gennaro Carotenuto

Il detenuto-desaparecido Giulio Regeni poteva essere salvato - Gennaro Carotenuto

Regeni, i servizi egiziani e Hacking Team (azienda di Milano!)

 il titolo sopra è mio
 leggi qui:

Regeni, i servizi egiziani e Hacking Team - Toxic Leaks

Dell’Egitto. E di noi - Ida Dominijanni - Internazionale

Dell’Egitto. E di noi - Ida Dominijanni - Internazionale

Flavio Tosi: una sconfitta storica | Radio Popolare Verona

Flavio Tosi: una sconfitta storica | Radio Popolare Verona

"Report calunniato da Flavio Tosi". Il sindaco di Verona imputato dopo il trappolone per impedire un'inchiesta - Il Fatto Quotidiano

"Report calunniato da Flavio Tosi". Il sindaco di Verona imputato dopo il trappolone per impedire un'inchiesta - Il Fatto Quotidiano

Cosa sono le foibe - Internazionale

Cosa sono le foibe - Internazionale

Pulizia etnica all'italiana

Pulizia etnica all'italiana

"E LE FOIBE?" (SAVERIO TOMMASI)

E LE FOIBE?

E LE FOIBE?Quante volte l'avete sentito dire? Di solito viene usata come frase calante di chi non ha altro da dire. E' smentito su tutto, non sa più cosa dire, difendeva l'indifendibile fino a un secondo prima e allora se ne esce dicendo "e le foibe?" che è poi il fratello del più recente "e i marò?" che qualche tempo fa veniva declinato come "e allora i gulag?" dimostrando che la fantasia di certuni è compresa fra la ruota del criceto e l'imitazione di una scureggia con la mano sotto l'ascella.E dunque, oggi 10 febbraio, è la giornata del ricordo delle Foibe. Sul perché la sinistra non sia in piazza, guardatevi questo video, che ho girato al tempo di Ruby Rubacuori.I morti sono di tutti, ma le strumentalizzazioni, i richiami al fascismo, i cori di appartenenza identitaria, i capelli rasati in abbinamento con gli anfibi, l'odio per gli immigrati, l'opposizione ai diritti civili, questa roba è solo di destra.Per questo, come dico nel video, i morti mi appartengono. Ma prima di scendere in piazza al fianco di questi soggetti preferirei darmi una martellata dove non batte il sole.Saverio Tommasi

Pubblicato da Saverio Tommasi su Sabato 19 dicembre 2015

lunedì 8 febbraio 2016

NAWAL

Nawal Soufi è una ragazza che oggi ha 28 anni, studia e lavora in provincia di Catania dove è arrivata quando aveva un mese di vita, dal Marocco, assieme alla famiglia: è l' angelo dei profughi. Racconta la sua storia Daniele Biella, un amico molto caro qui su FB che purtroppo non conosco personalmente. E' uscito il suo libro Migranti, la storia di Nawal e dei 'Giusti del Mediterraneo'. Allego l' intervista a Repubblica e sono molto contenta che in qualche modo si sia accesa più di una luce su lui e persone straordinarie come Nawal ...Nel 2015 sono morti in mare 700 bambini che cercavano di arrivare in Europa.


http://www.repubblica.it/…/nawal_l_angelo_dei_profughi-132…/
http://www.pressenza.com/…/nawal-una-storia-di-determinazi…/



"Nawal  Soufi, l' angelo dei profughi " Si possono considerare i "Giusti del Mediterraneo", una rete collettiva in cui ognuno dà quel che può in modo gratuito, organizzandosi spesso via social network come facebook - che oggi più che mai ha assunto un'importanza fondamentale nell'azione di salvaguardia dei diritti umani - e avendo al suo interno ogni tipo di professionalità, da avvocati a insegnanti, da studenti a impiegati, da operai a pensionati. Nel tempo sto conoscendo a fondo questi gruppi e devo dire che sono animati da un'umanità che supera ogni barriera, gettando ponti che le autorità dovrebbero fare propri, per migliorare la situazione attuale."@[100004262199125:2048:Daniele Biella]"


 
 
 
  
 
 
 
 
http://www.repubblica.it/.../nawal_l_angelo_dei.../...
 
 
Migranti, la storia di Nawal e dei 'Giusti del Mediterraneo' 08 febbraio 2016 Solo qualche mese dall'uscita e Nawal, l'angelo dei profughi, è già alla quarta edizione. E' la storia vera di  Nawal  Soufi,  arrivata ancora in fasce dal Marocco ventotto anni fa e da sempre impegnata a favore dei migran…
repubblica.it

Sala, le primarie e le truppe cammellate: grossa bufala a Chinatown - Famiglia Cristiana

Sala, le primarie e le truppe cammellate: grossa bufala a Chinatown - Famiglia Cristiana

Migranti, la storia di Nawal e dei 'Giusti del Mediterraneo' - Repubblica.it

Migranti, la storia di Nawal e dei 'Giusti del Mediterraneo' - Repubblica.it

SILVESTRO MONTANARO: CESSATE IL FUOCO IMMEDIATO IN SIRIA!

CESSATE IL FUOCO IMMEDIATO IN SIRIA !
La parola e' alle armi. Come sempre negli ultimi cinque anni. Il tavolo di trattativa sulla Siria è miseramente fallito prima ancora che iniziasse il benché minimo colloquio. tutto rinviato a fine mese, ma nei fatti tutto rinviato ai campi di battaglia.
I grandi attori della crisi siriana sono ancora convinti di poter strappare una vittoria definitiva per il proprio campo. Ne e' convinto Assad, il presidente siriano, che con l'aiuto dei russi sta riconquistando una posizione dopo l'altra. Ne e' convinta la Turchia di Erdogan che sembra già' pensare ad un intervento armato di terra. Ne sono convinti i sauditi che tanto hanno speso per mandare all'inferno Assad ed i suoi. Ne sono convinti americani, francesi ed inglesi, che a questa avventura sanguinosa hanno dato il via, refrattari ad una trattativa in cui il regime siriano abbia voce in capitolo.
Si scaricano le colpe sul protagonismo militare russo reso pero' possibile dall'assenza di qualsiasi prospettiva di sbocco da un massacro che va avanti da cinque maledettissimi anni. Si cercano scuse nella difficoltà' di comporre una posizione unitaria tra i vari gruppi dell'opposizione armata come se realmente avessero potere decisionale e non fossero invece marionette finanziate e addestrate dai nemici internazionali di Assad.
Intanto, un paese e' stato distrutto, un popolo martoriato e disperso. E si continua cinicamente a farlo.I profughi siriani sono milioni. Niente li terra' fermi nei campi in Libano, Turchia e Giordania. Si illude chi pensa che basti foraggiare quei campi ed evitare che li' si soffra la fame. I campi profughi sono immensi pollai che possono resistere alcuni mesi. Poi e' legittimo, se non si può' ritornare a casa propria, cercare vita e futuro altrove. Ed e' esattamente quello che e' successo e succede anche oggi. E succederà' nei prossimi mesi.
Ai siriani va offerta l'unica cosa che nessuno, ad oggi, offre. La seria prospettiva del ritorno a casa. La pace, la ricostruzione. Altrimenti verranno da noi. In ogni modo. Con tutti gli infiniti problemi che questo esodo di massa comporta.
Infami! E' l'unica parola che mi esce dal cuore osservando l'operato dei grandi attori internazionali. Hanno voluto la crisi siriana immaginando di poter fare come in Libia. Un'avventura militare di qualche mese e l'assassinio del tiranno. E poi trattare con i vincitori amici sul bottino. Hanno,invece, dato il la ad un buco nero geopolitico che ha cancellato un paese e rischia ogni giorno di far da detonatore di guai ancor, se possibile, più' grandi.
Cessate il fuoco immediato! E' l'unica cosa da fare per avviare trattative serie e rimettere in cammino la speranza. I movimenti della pace devono far sentire la loro voce. Prima che sia troppo tardi, anche se e' tardi, tardissimo, per milioni di donne e bambini innocenti sacrificati sull'altare di oleodotti e squallide logiche di potere.

Egyptian Mourners outside Italian embassy in memory of tortured Giulio Regeni

domenica 7 febbraio 2016

L'ILLUSIONE DEL LIBERO MERCATO: industria alimentare, ecco chi sono i "padroni" del cibo. Oxam infographic | ilQUIeORA

L'ILLUSIONE DEL LIBERO MERCATO: industria alimentare, ecco chi sono i "padroni" del cibo. Oxam infographic | ilQUIeORA

Ichino ammette: il Jobs act è per licenziare

Ichino ammette: il Jobs act è per licenziare

ADUC - Droghe - Notizia - ITALIA - Il mercato e l'organizzazione della droga clandestina a Napoli

ADUC - Droghe - Notizia - ITALIA - Il mercato e l'organizzazione della droga clandestina a Napoli

Napoli: bande di ragazzini che sparano all’impazzata. Gli abitanti sono terrorizzati. Non sembra Italia. - Eddyburg.it

Napoli: bande di ragazzini che sparano all’impazzata. Gli abitanti sono terrorizzati. Non sembra Italia. - Eddyburg.it

Le (reali) dimensioni dell'“invasione” dei migranti

Le dimensioni dell'“invasione” dei migranti

STEPCHILD ADOPTION - MORTA LA SINISTRA CHI ADOTTERA' IL PD?


Crisi d'identità (riporto snza comenti). Paolo










PDMonza_NL
In evidenza
 

Stepchild adoption: i perché del mio "SÌ"

Stepchild adoption: i perché del mio "NO"


Senza corruzione Riparte il futuro

firma!



Senza corruzione Riparte il futuro

Amnesty International: la Turchia garantisca l'ingresso sicuro ai siriani in fuga da Aleppo sotto attacco

 press@amnesty.it

Feb 5 alle 6:13 PM

A

stampa@amnesty-ml.amnesty.it

Corpo del messaggio



COMUNICATO STAMPA
CS022-2016

AMNESTY INTERNATIONAL: LA TURCHIA GARANTISCA L’INGRESSO SICURO AI SIRIANI IN FUGA DA ALEPPO SOTTO ATTACCO

Amnesty International ha sollecitato il governo turco a garantire l’ingresso in condizioni di sicurezza alle decine di migliaia di persone - da 40.000 a 70.000 - in fuga da Aleppo a causa degli attacchi delle forze russe e dell’esercito siriano.

Secondo le notizie ricevute dall’organizzazione per i diritti umani, almeno 20.000 persone sarebbero già in attesa di entrare in Turchia dal valico di Oncupinar, nella provincia di Kilis, che tuttavia resta chiuso.

“La Turchia ha permesso a tantissime persone di fuggire dall’orrore della guerra e della catastrofe umanitaria. Non può ora chiudere la porta a persone alla disperata ricerca di salvezza” – ha dichiarato Sherif Elsayed-Ali, vicedirettore del programma Temi globali di Amnesty International.

“Queste persone sono scampate ad attacchi aerei e a duri combattimenti e con ogni probabilità sono traumatizzate ed esauste. La Turchia deve consentire loro di entrare e la comunità internazionale deve fare tutto il possibile per dare adeguato sostegno al paese” – ha aggiunto Elsayed-Ali.

Amnesty International ha documentato massicci attacchi illegali contro centri abitati e strutture sanitarie da parte delle forze governative siriane per tutta la durata del conflitto e, recentemente, sempre più spesso da parte delle forze russe, che nel settembre 2015 sono intervenute in appoggio al governo siriano. Amnesty International ha raccolto prove circa l’uso illegale di bombe non guidate contro centri densamente popolati così come delle bombe a grappolo, che per loro natura sono armi indiscriminate.

“L’offensiva congiunta russo-siriana su Aleppo sta facendo pagare un duro prezzo alla popolazione civile, costringendo numerose migliaia di persone alla fuga e alimentando il timore di un ulteriore assedio, dato che le vie di rifornimento verso le zone controllate dall’opposizione sono state bloccate. Non vediamo come la comunità internazionale possa dirsi sorpresa di questo esodo” – ha proseguito Elsayed-Ali.

“La conferenza dei donatori svoltasi il 4 febbraio a Londra si è impegnata a versare 10 miliardi di dollari in favore delle persone colpite dalla guerra della Siria, ma gli sviluppi odierni testimoniano ulteriormente l’urgenza di questi fondi. La Turchia, insieme al Libano e alla Giordania, sta ospitando un numero enormemente sproporzionato di rifugiati ed è fondamentale che la comunità internazionale dia seguito agli impegni e metta inoltre a disposizione un numero maggiore di posti per il reinsediamento”.

 FINE DEL COMUNICATO
Roma, 5 febbraio 2016

EGITTO, GIULIO REGENI: DICHIARAZIONE DI AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA

A seguito della notizia del ritrovamento, al Cairo, del corpo del ricercatore italiano Giulio Regeni con segni di tortura, il direttore generale di Amnesty International Italia Gianni Rufini ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Amnesty International Italia esprime profonda solidarietà ai familiari di Giulio Regeni. La Farnesina deve sollecitare il governo egiziano a chiarire al più presto le modalità di questo drammatico episodio. Ci aspettiamo da parte delle autorità egiziane un'inchiesta approfondita, rapida e indipendente. La tortura in Egitto è un fatto comune e ordinario e Regini era scomparso in un giorno di particolare tensione, il 25 gennaio, quinto anniversario della caduta di Hosni Mubarak.”

Roma, 4 febbraio 2016

venerdì 5 febbraio 2016

Il vecchio pastore sardo vince la battaglia contro il colosso dei resort - La Stampa

Il vecchio pastore sardo vince la battaglia contro il colosso dei resort - La Stampa

La Tunisia e la cattiva informazione made in Italy | Frontiere

La Tunisia e la cattiva informazione made in Italy | Frontiere

CIAO VIK

Doriana Goracci ha aggiunto 2 nuove foto.
2 h ·
AUGURI VIK Emoticon heart « Restiamo Umani »così Vittorio Arrigoni terminava ogni suo articolo, a volte ripetuto nella forma inglese Stay Human Era nato un 4 febbraio prina che dei criminali lo uccidessero a Gaza. Vittorio "Vik" Arrigoni (Besana in Brianza, 4 febbraio 1975 – Gaza, 15 aprile 2011) è stato un attivista, giornalista e scrittore italiano, uno straordinario UOMO LIBERO, blogger.

(l' ultimo post scritto per lui http://www.agoravox.it/Si-chiama-Vittorio-Arrigoni-una.html e il primo http://www.reset-italia.net/…/rapito-per-sempre-vittorio-a…/ per chi non lo conoscesse)

Petition update · Amnesty continua la raccolta firme in favore di Ashraf

Petition update · Amnesty continua la raccolta firme in favore di Ashraf. Il nostro obiettivo è la liberazione. · Change.org

#FERMATELEGUERRE

Frontiera Siria-Turchia: 70mila siriani in fuga dai bombardamenti russi su Aleppo, che solo ieri hanno causato 21 morti e decine di feriti tra i civili. Gli attacchi si sono intensificati da una settimana (con tanto di cluster bombs) e hanno spianato la strada all'avanzata dell'esercito di Asad, ormai a ridosso della città. E' guerra totale, altro che negoziati a Ginevra... Adesso in molti temono che Aleppo sarà presto cinta d'assedio in attesa della battaglia finale. Guardatele bene quelle famiglie, perché molte le rivedrete presto solcare il Mediterraneo in cerca di un fazzoletto di terra dove poter vivere in pace, dopo aver perso tutto. ‪#‎breakthesiege‬ ‪#‎fermateleguerrenonlepersone‬
Fonti
The Guardian bit.ly/1o9ryDs
Al Jazeera bit.ly/1T2IFDA
Reuters reut.rs/1nMc085
Ahram bit.ly/1X8t2cW
Syrian Activists bit.ly/1UQIJEk
-0:04
151 visualizzazioni

Il trauma di chi fugge da Boko Haram

Il trauma di chi fugge da Boko Haram

Serge Latouche: «La globalizzazione? Libera volpe in libero pollaio» - Linkiesta.it

Serge Latouche: «La globalizzazione? Libera volpe in libero pollaio» - Linkiesta.it

I giovani egiziani che il regime fa sparire - Catherine Cornet - Internazionale

I giovani egiziani che il regime fa sparire - Catherine Cornet - Internazionale

Siria: il tragico bilancio della guerra: 261.000 morti di cui 76.000 civili, sfollata metà popolazione, profughi 4,7 milioni

Diritti Umani - Human Rights: Siria: il tragico bilancio della guerra: 261.000 morti di cui 76.000 civili, sfollata metà popolazione, profughi 4,7 milioni

Giulio Regeni, ong: "In Egitto 340 casi di sparizione forzata negli ultimi due mesi" - Il Fatto Quotidiano

Giulio Regeni, ong: "In Egitto 340 casi di sparizione forzata negli ultimi due mesi" - Il Fatto Quotidiano

I desaparecidos del Cairo


Giulio Regeni e gli altri: come giornalisti e attivisti vivono al tempo del regime di Al Sisi, in Egitto. Il Paese vive sotto la continua minaccia della repressione. Torture, arresti, esecuzioni sommarie: il tutto in centri di detenzione segreti, denunciati - senza che nessuno le ascoltasse - dalle ong internazionali come Human Rights Watch.

L'articolo di Michela Sechi
 
da Radiopopoare: I desaparecidos del Cairo

Oltre 1.000 soldati italiani in Iraq, un mix di errori e neocolonialismo | Sbilanciamoci! - La Campagna

Oltre 1.000 soldati italiani in Iraq, un mix di errori e neocolonialismo | Sbilanciamoci! - La Campagna

Carnevale sardo a Vimodrone


 I “SONAGGIOS e S’URTZU de ORTUERI” provenienti appositamente dalla Sardegna per partecipare al carnevale di Vimodrone, allieteranno il pomeriggio del 13 febbraio 2016, sfilando nelle vie del paese a passo cadenzato, agitando i campanacci che portano appesi al collo e indossando le classiche pelli scure...
Altro...http://www.circololaquercia.it/varie/2016/13-02.htm



giovedì 4 febbraio 2016

Casapound, altro che bravi ragazzi: ecco i numeri della violenza dei nuovi fascisti - l'Espresso

Casapound, altro che bravi ragazzi: ecco i numeri della violenza dei nuovi fascisti - l'Espresso

“Giulio Regeni aveva paura per la sua incolumità”

“Giulio Regeni aveva paura per la sua incolumità”

Anche oggi la pagina fb ha subito un attacco. - I sentinelli di Milano

(2) Anche oggi la pagina ha subito un attacco. Anche... - I sentinelli di Milano

Diritti Umani - Human Rights: Australia: i giudici autorizzato a confinare i rifugiati nelle isole del Pacifico

Diritti Umani - Human Rights: Australia: i giudici autorizzato a confinare i rifugiati nelle isole del Pacifico

Per poeta palestinese Ashraf Fayadh 8 anni carcere e 800 frustate

Per poeta palestinese Ashraf Fayadh 8 anni carcere e 800 frustate

Il male della banalità - il lavoro culturale

Il male della banalità - il lavoro culturale

Scandalosa decisione dell’Europarlamento: le automobili potranno inquinare di più. Tutti i nomi dei parlamentari italiani |

 “Scandalosa decisione all’Europarlamento: aumentato il livello delle emissioni degli ossidi di azoto del 110% rispetto alle attuali soglie. Si tratta di una decisione gravissima e assurda, anche rispetto a quanto accaduto nei mesi scorsi con la vicenda Dieselgate-Volkswagen. Invece di introdurre regole più severe e restrittive la maggioranza degli europarlamentari ha fatto il gioco dell’industria dell’automobile, con buona pace della salute dei cittadini che dovranno subire livelli di inquinamento dei centri urbani sempre più alti e pericolosi. Anche molti europarlamentari italiani hanno deciso di innalzare le quantità di PM10 e NOx da far inalare ai cittadini.
Ecco i loro nomi:
ENF
Mara Bizzotto;
Mario Borghezio;
Gianluca Buonanno;
Lorenzo Fontana;
Matteo Salvini;
ECR
Raffaele Fitto
Remo Sernagiotto
PPE
Lorenzo Cesa;
Salvatore Cicu;
Alberto Cirio;
Lara Comi;
Herbert Dorfmann;
Elisabetta Gardini;
Giovanni La Via;
Fulvio Martusciello;
Barbara Matera;
Alessandra Mussolini;
Aldo Patriciello;
Salvatore Domenico Pogliese;
Massimiliano Salini;
Antonio Tajani.

Si sono astenuti:
S&D
Simona Bonafè;
Caterina Chinnici;
Silvia Costa;
Luigi Morgano:
Michela Giuffrida.
Lo dichiarano i portavoce di Green Italia Annalisa Corrado e Oliviero Alotto.

L’Europarlamento protegge la lobby delle auto

L’Europarlamento protegge la lobby delle auto

1-month old Syrian baby freezes to death in Ankara

1-month old Syrian baby freezes to death in Ankara

mercoledì 3 febbraio 2016

ZANOTELLI: Italia-Libia: basta guerre!

Adista News - Italia-Libia: basta guerre!

Smog, l'europarlamento raddoppia i limiti di emissioni per le auto - Repubblica.it

Smog, l'europarlamento raddoppia i limiti di emissioni per le auto - Repubblica.it

Il Giorno del Ricordo e i falsi fotografici sulle foibe

Il Giorno del Ricordo e i falsi fotografici sulle foibe

L’Italia torna in forze in Iraq

L’Italia torna in forze in Iraq

Guzzanti fa la Boschi!

La Cosa Finalmente satira! La Guzzanti ridicolizza la Boschi! » La Cosa

Strage di bambini: l’Europa senza diritti

Strage di bambini: l’Europa senza diritti

I campi di concentramento fascisti in Jugoslavia - trentino-suedtirol.ilfatto24ore.it

I campi di concentramento fascisti in Jugoslavia - trentino-suedtirol.ilfatto24ore.it