lunedì 29 settembre 2014

KIEV (Ucraina). 29-30 settembre 1941. Massacro di 33.000 ebrei nel fossato di Babij Jar

<div id="fb-root"></div> <script>(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));</script>
<div class="fb-post" data-href="https://www.facebook.com/alberto.panaro/posts/10202588847950305" data-width="466"><div class="fb-xfbml-parse-ignore"><a href="https://www.facebook.com/alberto.panaro/posts/10202588847950305">Pubblicazione</a> di <a href="https://www.facebook.com/alberto.panaro">Alberto Panaro</a>.</div></div>

domenica 28 settembre 2014

DATI SERI SULL'IMMIGRAZIONE

BAMBINI

GUATEMALA: MASSACRO DI INDIGENI

La trattativa - DI SABINA GUZZANTI

La trattativa, la lettera di risposta di Sabina Guzzanti a Gian Carlo Caselli - Il Fatto Quotidiano

AUTISTA MORAVO - PROGETTO MULTIMEDIALE PER CAPIRE LA GRANDE GUERRA

venerdì 26 settembre 2014

STIGLITZ, L'ETA' DELLA DEPRESSIONE

E' STATO MORTO UN RAGAZZO

Russell Tribunal on Palestine - Ken Loach, Roger Waters

giovedì 25 settembre 2014

SAVIANO E' PER LA LEGALIZZAZIONE

LA SCELTA DI CATIA FRA I NAUFRAGHI DA SALVARE

domenica 21 settembre 2014

21 SETTEMBRE 2014, NEW YORK. "PEOPLE'S CLIMATE MARCH".

venerdì 19 settembre 2014

Balasso - Poveri Cristi

L'ECCIDIO DI BOVES

(MALA)SANITA' LOMBARDA

SENZA GIUSTA CAUSA

RICORDANDO CALVINO

giovedì 18 settembre 2014

Sabir Lampedusa Festival, Ascanio Celestini: "Non si può fermare chi scappa dalle guerre"

mercoledì 17 settembre 2014

nanotecnolgie

>

martedì 16 settembre 2014

SABRA E SHATILA, MASSACRO IMPUNITO

<div id="fb-root"></div> <script>(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));</script>
<div class="fb-post" data-href="https://www.facebook.com/vaurosenesi/posts/811864998853047" data-width="466"><div class="fb-xfbml-parse-ignore"><a href="https://www.facebook.com/vaurosenesi/posts/811864998853047">Pubblicazione</a> di <a href="https://www.facebook.com/vaurosenesi">Vauro</a>.</div></div>

L'ITALIA SECONDO NATALINO BALASSO

LA SPESA MILITARE ITALIANA AUMENTA

lunedì 15 settembre 2014

OBIETTORI NELL'INTELLIGENCE ISRAELIANA

PIETA' L'E' MORTA!

domenica 14 settembre 2014

LA TRATTATIVA (DI SABINA GUZZANTI) - INTERVISTA DI MOLLICA

IL TAR BOCCIA I RICORSI ENI: DOVRÀ METTERE IN SICUREZZA LA FALDA INQUINATA

FORUM CITTADINI DEL MONDO R.A SENTENZE – ENI: TAR LECCE

 IL TAR BOCCIA I RICORSI ENI: DOVRÀ METTERE IN SICUREZZA LA FALDA INQUINATA

 NESSUN REGALO AD ENI DA PARTE DEL TAR DI LECCE. CON TRE SENTENZE I GIUDICI AMMINISTRATIVI SALENTINI STABILISCONO CHE DEVE ESSERE IL COLOSSO ENERGETICO PUBBLICO A METTERE IN SICUREZZA LA FALDA INQUINATA DELLO STABILIMENTO PETROLCHIMICO DI BRINDISI, E CHE DOVRÀ FARLO SECONDO LE PRESCRIZIONI DECISE DALLA CONFERENZA NAZIONALE PERMANENTE DEI SERVIZI PRESSO IL MINISTERO DELL'AMBIENTE SULLE AREE SIN BRINDISI –

Nessun regalo ad Eni da parte del Tar di Lecce. Con tre sentenze del 5 settembre i giudici amministrativi salentini stabiliscono che deve essere il colosso energetico pubblico a mettere in sicurezza la falda inquinata dello stabilimento petrolchimico di Brindisi, e che dovrà farlo secondo le prescrizioni decise dalla conferenza nazionale permanente dei servizi presso il Ministero dell’Ambiente sulle aree Sin, vale a dire con il metodo del confinamento fisico e non con quello, proposto e sostenuto dallo stesso Eni, della barriera idraulica. I costi dell’operazione sono notevoli, ma secondo il Ministero dell’Ambiente si tratta della scelta più idonea a tutelare le acque costiere, come è già stato fatto a Porto Marghera. La partita sulla messa in sicurezza della falda del petrolchimico giunge così ad una prima svolta dopo la notifica ad Eni di ben tre decreti firmati dal direttore protempore della Direzione per la Qualità della vita del Ministero dell’Ambiente, Gianfranco Mascazzini, il 14 maggio del 2007, al termine della relativa istruttoria. Eni dovrà ricorrere al Consiglio di Stato per opporsi alle tre sentenze della prima sezione del Tar di Lecce (presidente Antonio Cavallari, consigliere Patrizia Moro, referendario ed estensore Roberto Michele Palmieri), e dovrebbe avere contro tutti i ministeri interessati – Ambiente, Sviluppo economico, Trasporti – la presidenza del Consiglio dei Ministri, le agenzie ambientali nazionali e regionali, la Regione Puglia, Comune e Provincia di Brindisi, l’Istituto superiore della Sanità, stando alle costituzioni davanti al Tar. Continua lettura articlo d’intresesse … http://www.comune.grosseto.it/phpbb/viewtopic.php?p=33752#33752

CONSULTA LA RASSEGNA STAMPA SULL'ARGOMENTO PROPOSTO http://www.comune.grosseto.it/phpbb/viewtopic.php?p=33750#33750

sabato 13 settembre 2014

INTERVISTA AD ALLENDE

IL SALUTO ROMANO E' UN REATO!

11/9/77 L'UCCISIONE DI STEVE BIKO

NEONAZISTI A CANTU'


Nell’ufficio tiene a specificare di aver appeso la foto di un unico personaggio pubblico, Sandro Pertini. A qualche centinaio di metri, in un parco pubblico, si accamperanno dal 12 al 14 settembre prossimo giovani e meno giovani per un...
HUFFINGTONPOST.IT

UCCISO DIFENSORE DELLA FORESTA AMAZZONICA



È MORTO EDWIN CHOTA
Ecco chi era l'uomo che difendeva la foresta Amazzonica
LEGGI: http://bit.ly/1AG55wO

martedì 9 settembre 2014

REGIONE LOMBARDIA E (DIS) UMANITA'

il titolo è mio (Paolo)
 
 
2 ore fa · 

Cari amici,
oggi il Consiglio Regionale ha scritto una brutta pagina. Mentre la Lega chiedeva addirittura l'intervento armato a difesa dei cristiani dell'Iraq, si è detto no a una mozione per garantire i diritti fondamentali ai profughi siriani ospitati in Stazione Centrale a Milano. Il mio commento ----> http://ow.ly/BiqbT

09 set2014 Profughi siriani, il centrodestra nega i diritti fondamentali Written by...
pattocivicoambrosoli.it

martedì 2 settembre 2014

ARCORE: I RAZZISTI DELLA LEGA LANCERANNO NOCCIOLINE ALLA KYENGE

sabato 6 settembre, ore 10,  sarà presente ad Arcore l’onorevole del Partito Democratico Cécile Kyenge per presentare presso la Biblioteca Civica il suo libro “Ho sognato un’altra strada: i diritti di tutti”.
A questo proposito, il Sindaco di Arcore Rosalba Colombo ci ha informato che la Lega ha organizzato un sit-in di disturbo all’arrivo dell’Onorevole Kyenge:

Vi informo che sabato mattina la Lega ha organizzato un sit- in di disturbo con lancio di noccioline etc.. all'arrivo dell'onorevole Kyenge.
Vi invito ad essere tutti presenti, di  invitare più persone possibili, per formare una presenza umana pacifica e serena ma che promani un messaggio forte di condanna e solidarietà.
La nostra Amministrazione non può  far passare sotto silenzio un gesto indegno  come questo.
Io e l'Assessore alla Cultura Palma faremo la nostra parte, ma serve la forza della presenza della nostra gente.
Per cui vi invito tutti a partecipare con animo sereno ma fermo nella condanna di atti eticamente scorretti.
Siamo tutti l'Onorevole Kyenge.

Il Sindaco Rosalba Colombo



lunedì 1 settembre 2014

ANCORA FESTIVAL NAZI A CANTU'

Il meeting di Forza nuova a Cantù tra relatori antisemiti, bande nazi-rock, simboli del lavoro coatto di memoria hitleriana e oscurantisti cattolici
A chiamarli il sindaco Claudio Bizzozero
Redazione - Osservatorio democratico - 01/09/2014
Si avvicina a Cantù l’inizio del cosiddetto Campo di Marte, ovvero il meeting a carattere nazionale promosso da Forza nuova. Si partirebbe la sera di venerdì 12 con un incontro con i rappresentanti della Lega della terra, l’associazione nata per spalleggiare i tentativi di penetrazione neofascista nel mondo agricolo. Seguiranno sabato tre dibattiti. Il primo sarà dedicato al «Politically correct, il Gulag del pensiero!», presenti tra gli altri il 64enne medico varesino Gianantonio Valli, passato alle cronache per aver esposto nel suo ambulatorio, a Cuveglio, i busti di Mussolini e Hitler, oltre che per alcuni testi dal sapore antisemita (tra questi «Invasione-giudaismo e immigrazione»), e Mirko Viola, qui chiamato Dottore (non si sa bene di cosa), da non molto tempo fuori dalle patrie galere dopo una condanna a due anni e due mesi, comminata solo pochi mesi fa per incitamento all’odio razziale per la sua attività in Stormfront, il noto forum internazionale neonazista che aveva stilato lunghe liste di proscrizione contro ebrei, neri e rom. Il secondo dibattito si terrà sulla «Sovranità monetaria o truffa del debito», ripescando per l’occasione uno dei leader del movimento dei Forconi, Andrea Zunino, che nel dicembre scorso, tanto per cambiare, se la prese con i «banchieri ebrei». Si proseguirà con un incontro sul «Futuro europeo» con i rappresentanti di alcuni movimenti stranieri. A condurre il confronto è stato chiamato Agostino Sanfratello, il fondatore del gruppo integralista di Alleanza cattolica. Concluderà Roberto Fiore. Seguiranno i concerti di due bande nazi-rock, i Legittima offesa e i Ddt, che oltre a inneggiare al Terzo Reich e alla Repubblica sociale (si vedano i testi di canzoni come Stalingrad, R.S.I o Via Rasella), ostentano come proprio stemma quello dell’Organizzazione Todt che sotto il nazismo si occupava del lavoro coatto impiegando a forza i prigionieri di guerra e i detenuti dei lager.
La giornata di domenica, aperta alle 11 da una messa col vecchio rito (si aspetta per l’occasione padre Tam), sarà invece dedicata a riunioni interne. Il tutto decisamente in tono minore quasi a sottolineare la crisi di Forza nuova alle prese con abbandoni e scissioni in direzione della Lega nord. Non si attendono più di duecento partecipanti con i rappresentanti stranieri, a differenza dello scorso anno, menzionati solo genericamente. Non si sa bene ancora davvero chi verrà. Gli stand saranno solo tre: a cura della Lega della terra, di Militia Como (in realtà la sezione locale di Fn) e di Miles Bergamo, legata da lunga data ad alcuni vecchi arnesi del neofascismo italiano come Stefano Delle Chiaie. Ciò che colpisce è il taglio decisamente antisemita contraddistinto dal carattere di diversi relatori il cui denominatore comune è dato proprio da questo orientamento. Fatto grave di cui porta l’intera responsabilità il sindaco di Cantù Claudio Bizzozero. Ancora più inquietante è il venire a sapere, per ammissione degli stessi forzanovisti, che se non fosse stato per Bizzozero questo evento non si sarebbe neanche tenuto. Si fa perché l’occasione quasi unica di spazi non altrimenti fruibili obbliga di fatto Forza nuova a organizzare il meeting. In poche parole è come se a chiamarli fosse stato lo stesso sindaco, per altro amico ormai di vecchia data di molti dirigenti forzanovisti (basterebbe guardare la sua pagina di facebook), che tutto contento della notorietà che la vicenda dello scorso anno gli aveva arrecato punta al bis. Incredibile ma vero, con le conseguenze di una città che sarà letteralmente blindata e militarizzata con centinaia di agenti a protezione di pochi nostalgici fascisti.

Vogliamo dire che un F-35 costa più di un anno di Mare Nostrum?

Così, per recuperare proporzione e senso alle cose. Perché è giusto chiedere che sia l’Europa tutta quanta a prendersi carico del più grande e drammatico dei fenomeni migratori che la riguardano (dovrebbe esserci addirittura l’Onu), però vorrei ch...